A.N.P.I. - Comitato Provinciale Monza e Brianza  |  via Carlo Rota, 8 - 20900 Monza (MB)
tel. : 3272494342  |  e-mail: info@anpimonzabrianza.it
           

Mostre:

Una breve rassegna di mostre, consultabili online, scaricabili, oppure da prenotare se si ha disposizione uno spazio espositivo.

"BRIANZA PARTIGIANA" - Ricordare, progettare il futuro

"Brianza Partigiana” è una Mostra in 26 pannelli che racconta la storia coraggiosa della Resistenza brianzola e del grande contributo di intelligenza organizzativa, di sacrificio, di deportazione e di vite umane che i brianzoli hanno dato alla Resistenza italiana. Una lotta clandestina difficile che ha visto i Resistenti impegnati nella costruzione di una fitta rete di cospirazione, di propaganda e di costruzione del consenso popolare alla lotta contro i nazisti e fascisti e nell’assistenza logistica alle Brigate partigiane in montagna, nelle fabbriche e nelle città, dai giorni cupi e pericolosi degli scioperi e delle azioni armate dei GAP e delle SAP fino ai giorni della Liberazione.

Gratuitamente si può scaricare il pdf della mostra alla sezione “dettagli”.
I curatori della mostra sono disponibili, se richiesto, alla presentazione della mostra.

Caratteristiche: consultabile online | scaricabile | pannelli prenotabili per spazio espositivo

A cura di: ANPI - comitato provinciale Monza e Brianza

vai ai dettagli

GLI EROI SON TUTTI GIOVANI E BELLI
Un percorso documentario sulla Resistenza per biblioteche, scuole e Comuni


In occasione del 70° della Liberazione, la mostra “Gli eroi sono tutti giovani e belli”, promossa e organizzata da FIAP, Anpi Milano, Anpi Monza e Brianza, Camera del Lavoro metropolitana di Milano, Fondazione Giuseppe Di Vittorio, Fondazione Aldo Aniasi e Fondazione Elio Quercioli, intende ricostruire attraverso l’intreccio di fonti di varia tipologia – documenti d’archivio, fotografie, materiale a stampa – i fatti e la memoria dei soggetti, uomini e donne, che hanno manifestato, dopo l’8 settembre 1943, in modi e forme diverse, il proprio dissenso al regime di Salò e all’occupazione nazista, contribuendo all’affermazione in Italia di una Repubblica democratica. Lo scopo è quello di rendere fruibile alla cittadinanza e soprattutto alle nuove generazioni il patrimonio delle idee che hanno fortemente connotato la cultura politica antifascista alla base della nostra Carta costituzionale, rafforzando il legame tra identità, memoria e storia. La mostra si caratterizza per due aspetti in particolare: l’impostazione storico-didattica che si traduce in una puntuale contestualizzazione dei fatti storici che consente di comprendere con maggiore chiarezza non solo i nessi causali tra gli eventi, ma anche cesure e discontinuità tra la visione di società e Stato disegnati dal regime fascista – espressa , per esempio nelle “leggi fascistissime” – e quella disegnata dalla Resistenza; la scelta di rappresentare tutte le forme in cui la Resistenza si è espressa, da quella armata a quella civile, un’opposizione, cioè, senz’armi, capace di sottrarre autorevolezza e legittimità all’occupante e alle sue regole e che ha coinvolto moltissime donne ma anche tanti uomini (...)

Caratteristiche: pannelli prenotabili per spazio espositivo

A cura di: ANPI - comitato provinciale Monza e Brianza

vai ai dettagli

Donne e Uomini della Resistenza e della Guerra di Liberazione

In occasione del 76esimo Anniversario della Liberazione, l’ANPI Sezione “Albertino Madella”, in collaborazione e con il contributo dell’Amministrazione Comunale di Villasanta, ha realizzato questa mostra con l’intento di rendere omaggio a tutti coloro che, in ogni tempo e in ogni condizione, seppero mettere i valori di Pace, Libertà e Giustizia al di sopra di ogni cosa, persino dell’incolumità propria e dei propri cari.
È solo una piccolissima parte delle oltre 3000 biografie raccolte nel sito dell’ANPI nazionale. Siamo ben lontani dalla pretesa di essere esaustivi, tuttavia vogliamo rappresentare con questa (breve) galleria, che ci auguriamo di ampliare, le mille sfaccettature del movimento resistenziale, nel quale confluirono, trovando coesione e unità, donne e uomini di diverso ceto sociale e di differente orientamento ideale, politico persino religioso, uniti nella determinazione di riscattare la dignità del nostro Paese, offeso da un ventennio di regime fascista e da una sanguinosa occupazione militare straniera.

Caratteristiche: consultabile online | scaricabile | a breve pannelli prenotabili per spazio espositivo

A cura di: ANPI - sezione "Albertino Madella" - Villasanta

vai ai dettagli

“Oltre quel muro – La Resistenza nel campo di Bolzano 1944-45“

Questo il titolo della mostra documentaria realizzata da Dario Venegoni e Leonardo Visco Gilardi per conto della Fondazione Memoria della Deportazione. La mostra è stata presentata giovedì 5 dicembre presso il Teatro Cristallo di Bolzano sotto l'Alto Patronato del Capo dello Stato. Il progetto ha beneficiato di un contributo della Commissione Europea. Il progetto grafico è di Franco e Silvia Malaguti. In 26 pannelli vengono presentati per la prima volta decine e decine di documenti inediti che testimoniano di un'incessante attività clandestina che coinvolse centinaia di persone dentro e fuori il Lager di via Resia, in aperta sfida alle SS. Si tratta di fotografie, lettere e documenti reperiti in diversi archivi italiani e tra le carte personali dei familiari di molti ex deportati nel Lager.

Caratteristiche: scaricabile | pannelli prenotabili per spazio espositivo

A cura di: ANED

vai ai dettagli

STERMINIO IN EUROPA. PERCHÉ RICORDARE

“Sterminio in Europa” è il titolo di una mostra in 40 pannelli preparata dall’ANED già negli anni ’70 e periodicamente aggiornata e arricchita. Si può prenotare la mostra per esporla in occasione di manifestazioni sulla storia della deportazione.

Caratteristiche: consultabile online | pannelli prenotabili per spazio espositivo

A cura di: ANED

vai ai dettagli

FASCISMO, FOIBE, ESODO. UNA MOSTRA DELLA FONDAZIONE MEMORIA DELLA DEPORTAZIONE

In occasione della prima “Giornata del ricordo” del 10 febbraio, stabilita dal Parlamento in memoria delle vittime delle foibe, la Fondazione Memoria della Deportazione ha preparato una mostra documentaria in 10 pannelli (dimensione 100 cm x 70) dal titolo “Fascismo, foibe, esodo”.

Caratteristiche: consultabile online | scaricabile | pannelli prenotabili per spazio espositivo

A cura di: ANED

vai ai dettagli

“IN TRENO CON TERESIO OLIVELLI”, UNA MOSTRA DELL’ANED

Una mostra, realizzata da Maria Antonietta Arrigoni e Marco Savini per l’ANED di Pavia, ricostruisce le vicende dei 432 deportati del “trasporto 81”, il lungo convoglio di carri merci stipati di prigionieri partito da Bolzano il 5 settembre 1944 e arrivato due giorni dopo al lager di Flossenbürg in Alta Baviera. Tra di loro spicca la figura di Teresio Olivelli, esponente di area cattolica che è stato ricordato praticamente da tutti i superstiti, come esempio di difesa della propria e altrui umanità nel lager.

Caratteristiche: consultabile online | scaricabile | pannelli prenotabili per spazio espositivo

A cura di: ANED

vai ai dettagli

“UNA MOSTRA SUL PROCESSO AI CRIMINALI DELLA RISIERA DI SAN SABBA

La realizzazione dell’esposizione Testimoni Giudici Spettatori. Il processo della Risiera di San Sabba – Trieste 1976 è stata possibile grazie ai contributi dei soci Aned della provincia di Trieste.

Caratteristiche: consultabile online | scaricabile | pannelli prenotabili per spazio espositivo

A cura di: ANED

vai ai dettagli

Libere e sovrane

“Il 2016 è il 70° anniversario del voto alle donne in Italia. Nel 1946, per la prima volta nella storia del Paese, le donne votarono e furono elette, parteciparono alle elezioni amministrative, al referendum istituzionale per scegliere tra Monarchia e Repubblica, e presero parte all’Assemblea Costituente che aveva il compito di redarre la Costituzione della nuova Repubblica.
Nell’Assemblea Costituente, tra le 556 persone elette, ci furono 21 donne che parteciparono ai lavori e alle discussioni per la scrittura dei principi fondamentali della nostra democrazia.

Caratteristiche: consultabile online | pannelli prenotabili per spazio espositivo

A cura di: Se Non Ora Quando Trentino, A.N.P.I. Rovereto-Vallagarina e Casa delle donne Rovereto

vai ai dettagli